Comune di Taggia

7. Regolamento per l'esecuzione in economia di lavori, opere e provviste in amministrazione diretta ed a cottimo

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE IN ECONOMIA
DI LAVORI, OPERE E PROVVISTE IN AMMINISTRAZIONE DIRETTA ED A COTTIMO


Approvato con deliberazione C.C. N. 37 del 09/10/1996


ART. 1 - Premesse

Ai sensi dell'art. 24 comma 6 Legge 216/95 e dell'art. 22 comma 3 lett. a) Legge n. 142/90 e dall'art. 66 del R.D. 25.05.1895 n. 350 e della Legge Regionale 22/79, il presente rego-lamento disciplina l'esecuzione in economia dei lavori, delle opere e provviste di seguito enunciate, la cui spesa non sia superiore a L. 100.000.000:
a) servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade comunali e relativi ma-nufatti, qualora non sia conferito in appalto;
b) servizio delle acque pubbliche, fontane e lavatoi;
c) servizi in genere di lavori pubblici;
d) manutenzione di fabbricati, mobili, macchinari, attrezzi per uso pubblico e per gli uffici;
e) manutenzione dei mobili ed immobili di proprietà patrimoniale del Comune;
f) altri servizi pubblici non conferiti in appalto (giardini, cimiteri, fognatura, gabinetti pub-blici, numerazione civica, ecc.).


ART. 2 - Modalità di esecuzione

A seconda della natura ed importanza, i lavori, le opere e le provviste in economia ven-gono eseguite:
a) in amministrazione diretta;
b) in parte in amministrazione diretta ed in parte a cottimo fiduciario.
c) per cottimo fiduciario. Qualora non ricorrano i motivi di urgenza indicati al successivo art. 6 il ricorso al sistema del solo cottimo fiduciario è consentito entro il limite massimo di Lire 50.000.000.


ART. 3 - Responsabile del procedimento

Il responsabile del procedimento in economia è il funzionario preposto alla struttura di massima dimensione cui è affidato il servizio .
Questi provvede con "determinazione" ad assegnare a sé od ad altro dipendente dell'area gli adempimenti della procedura o parte di essa nonché l'adozione del provvedimento fi-nale.
Il Responsabile del procedimento svolge tutte le mansioni che la legge, il relativo rego-lamento di attuazione ed il presente regolamento, non riservano al coordinatore unico od al direttore dei lavori.


ART. 4 - Esecuzione

L'esecuzione in economia di qualsiasi lavoro, opera o provvista deve essere preventivamente autorizzata, nei modi e forme di legge. Il responsabile del procedimento im-piega gli operai dipendenti dall'Ente, compra i materiali, affida i cottimi e quant'altro occor-ra all'esecuzione del lavoro sulla base di una perizia tecnica che deve, in ogni caso, det-tagliatamente indicare :
a) la ragione per cui i lavori, le opere e le provviste debbono avere luogo;
b) l'ammontare complessivo della spesa ed i mezzi di bilancio per fronteggiarla;
c) i motivi che consigliano di preferire, il sistema in economia a quello dell'appalto, quan-do questo non sia obbligatorio per legge.


ART. 5 - Inizio dei lavori

L'inizio dei lavori, delle opere e delle provviste non potrà aver luogo se non dopo la rela-tiva autorizzazione rilasciata dal responsabile del servizio o dalla Giunta Municipale in base alle rispettive competenze stabilite dal D.Lgs. 77/94, dalla Legge n. 216/95 e dall'altra normativa in vigore al tempo dell'autorizzazione ai lavori, suffragata dai pareri previsti dall'art. 53 della Legge n. 142/90 e dalla copertura di spesa del responsabile del servizio finanziario.


ART. 6 - Esecuzione urgente dei lavori

Nei casi in cui circostanze speciali di disastri o simili, o di temuti danni alle persone o alle cose, circostanze tutte da risultare da apposito verbale compilato dall'ingegnere capo, impongano l'esecuzione immediata di taluni lavori, o provviste, od opere, a difesa della pubblica incolumità e per altri gravi motivi, la Giunta Municipale, od il responsabile del servizio, provvederà in merito con apposita provvedimento da dichiararsi immediatamente esecutiva.
Qualora l'urgenza sia tale che ogni indugio diventi pericoloso, il Responsabile del Servi-zio compilerà apposito verbale ai sensi dell'art. 70 R.D. 25.05.1895 n. 350 ed il responsa-bile del procedimento ordinerà l'immediata esecuzione dei lavori dandone comunicazione alla Giunta Municipale od al Responsabile del Servizio per l'adozione dei provvedimenti di competenza.


ART. 7 - Scelta del cottimista e della ditta fornitrice del materiale

Per la scelta del cottimista e della ditta fornitrice del materiale e di quant'altro occorra per l'esecuzione dei lavori in economia, il responsabile del procedimento effettuerà gara invi-tando almeno tre ditte idonee salvo il ricorso ad una sola ditta nei casi di cui al preceden-te articolo o in quelli previsti dall'art. 41 del R.D. n. 827/1924 oppure nel caso in cui la spesa non superi l'importo di L. 10.000.000.


ART. 8 - Perizie di variante

In nessun caso la spesa complessiva potrà superare quella prevista ed approvata dal-l'Amministrazione ne potrà eseguirsi alcuna variante, approvata se non in base ad una perizia supplementare e ad una nuova autorizzazione.
La perizia suppletiva dovrà essere presentata dal Responsabile del procedimento e la spesa eccedente dovrà essere finanziata.

ART. 9 - Direttore dei Lavori

Alla Direzione dei lavori è preposto il Dirigente dell'Ufficio Tecnico Comunale o il funzio-nario dallo stesso delegato.
Il sorvegliante dei lavori ed altro personale operaio provvede all'esecuzione dei lavori se-condo ordini e disposizioni del Direttore di essi.


ART. 10 - Certificato di regolare esecuzione

I lavori eseguiti in economia sono soggetti a certificato di regolare esecuzione redatto da Tecnico abilitato ed approvati con determina del coordinatore unico.


ART. 11 - Provviste e somministrazioni

Per i lavori in amministrazione, tutte le provviste e somministrazioni verranno fatte unica-mente in base ad ordinativi emessi dal responsabile del servizio, sulla richiesta scritta del Direttore dei lavori, in apposito bollettario a matrice conservato nell'Ufficio Tecnico comu-nale.

ART. 12 - Materiali, mezzi d'opera, attrezzi

Compiuti i lavori in amministrazione, gli attrezzi, mezzi d'opera, materiali in genere che ne siano residuati, saranno annotati in appositi elenchi, col valore approssimativo nello stato in cui si trovano e dati in consegna al magazziniere, che apporrà le firme a tergo degli e-lenchi stessi.
Detti elenchi verranno subito trasmessi all'Ufficio Tecnico comunale per le necessarie scritture contabili.


ART. 13 - Stipula del contratto

Quando i lavori, le opere e le provviste vengono eseguiti per cottimo fiduciario, si stipula apposito contratto, anche in forma privata tra l'Amministrazione e le persone idonee, previa "determinazione" del responsabile del procedimento.


ART. 14 - Annotazione lavori

L'annotazione dei lavori in economia si farà:
a) per il sistema in amministrazione, sopra un registro tascabile nel quale, a cura del sor-vegliante verranno annotate le giornate degli operai, i noli, i mezzi d'opera e le provvi-ste somministrate, per essere poi iscritte sulla apposita nota settimanale;
b) per il sistema a cottimo, nel libretto delle misure prescritte per i lavori eseguiti in appal-to, a cura del responsabile del procedimento o direttore dei lavori.


ART. 15 - Tenuta dei registri

Il Responsabile del procedimento od il Direttore dei Lavori, per i lavori che vengono ese-guiti in economia, cura anche la tenuta di un registro nel quale iscrive, separatamente per ogni cottimo, le risultanze dei libretti e delle misure, in rigoroso ordine cronologico, osser-vando le norme prescritte per i lavori appaltati.
Sopra altro registro vengono annotate:
a) le partite dei fornitori a credito, di mano in mano che vengono accertate le sommini-strazioni;
b) tutte le riscossioni ed i pagamenti, per qualunque titolo, nell'ordine in cui vengono fatti e con la indicazione numerata delle note e delle fatture debitamente quietanzate, per modo che, in ogni momento si possa riconoscere lo stato della gestione del fondo as-segnato per i lavori.
Per i lavori di importo inferiore a £. 20.000.000 e che non comportino per la specifica na-tura la tenuta dei normali registri di contabilità si procederà alla liquidazione dei lavori die-tro presentazione di fattura riscontrata e certificata regolare nel Certificato di Regolare Esecuzione che indicherà i riscontri, le misure ed i controlli effettuati dal Direttore Lavori.


ART 16 - Certificato di avanzamento lavori e liquidazione

Sulla base delle risultanze dei registri di cui ai precedenti artt. 13 e 14, vengono compilati i conti dei fornitori, i certificati sull'avanzamento dei lavori per il pagamento in acconto ai cottimisti.
I certificati dei cottimi, come le note settimanali di cui al precedente art. 14, lett. a), firmati dal Responsabile del procedimento o Direttore dei lavori, devono essere vistati dal coor-dinatore unico per poter essere disposto il pagamento.
Al rendiconto finale dei lavori, il direttore od il responsabile del procedimento deve unire una relazione e la liquidazione finale che determini i lavori eseguiti in amministrazione per qualità e quantità, i materiali acquistati, il loro stato ed in complesso il risultato ottenuto.
Per i lavori eseguiti a cottimo, il direttore o responsabile del procedimento deve unire al rendiconto la liquidazione finale ed il certificato di regolare esecuzione.
Alla liquidazione ed al pagamento provvede con propria determina il responsabile del procedimento.


ART. 17 - Entrata in vigore

Il presente regolamento dopo l'espletamento del controllo regionale, verrà pubblicato per 15 giorni all'Albo Pretorio del Comune ed entrerà in vigore il giorno successivo all'ultimo della pubblicazione.



Taggia e Arma

WebCam

PUC

PUC

Meteo

Energia

 


Enkel - Due Metri