Comune di Taggia

Definizione Agevolata ICI 336

 COMUNICATO STAMPA

* * *

DEFINIZIONE AGEVOLATA ICI

 

 

A seguito delle cattive informazioni che circolano in questi giorni sulla definizione agevolata ICI introdotta da questa Amministrazione Comunale con delibera di Consiglio Comunale n. 36 del 29.04.2008 pare doveroso fornire alcuni chiarimenti al riguardo.

Innanzitutto questa Amministrazione non intende aumentare le tasse o introdurne di nuove, ma vuole mettere in atto una politica di equità fiscale al fine di permettere a tutti di avere uguali diritti e doveri rispetto a quello che è l’amministrazione pubblica, nel rispetto delle normative di legge.

Infatti, allo scopo di correggere situazioni di sperequazione e contrastare fenomeni di elusione ed evasione delle imposte comunali gravanti sugli immobili esistenti nel territorio comunale e al fine di raggiungere una maggiore equità fiscale tra i cittadini, la Legge n. 311/2004, art. 1, comma 336 (Legge Finanziaria 2005) ha stabilito che «i comuni, constatata la presenza di immobili di proprietà privata non dichiarati in catasto ovvero la sussistenza di situazioni di fatto non più coerenti con i classamenti catastali per intervenute variazioni edilizie, richiedono ai titolari di diritti reali sulle unità immobiliari interessate la presentazione di atti di aggiornamento…»

A tale scopo l’Amministrazione Comunale ha approvato un provvedimento che va incontro a coloro che faranno istanza di definizione agevolata, in quanto fa pagare loro soltanto la maggiore imposta dovuta per non più di cinque anni (dal 2003 al 2007), senza sanzioni e senza interessi.

E’ facoltativa, invece, la possibilità offerta da questa Amministrazione a tutti coloro che si rendano conto di non aver accatastato un immobile o di avere un accatastamento non coerente, di adeguarsi spontaneamente e volontariamente, senza pagare oltre i 5 anni ed evitando l’applicazione di sanzioni e interessi.

Al fine di chiarire definitivamente la questione preciso che:

*  il provvedimento approvato dal Consiglio non è una revisione degli estimi catastali ma una facilitazione offerta ai contribuenti, ed interessa tutto il territorio comunale e non solamente il centro storico;
   
* nessuno è obbligato ad “autodenunciarsi” ma naturalmente, qualora risulti in difetto a seguito di verifiche effettuate dal Comune o dall’Agenzia delle Entrate, dovrà corrispondere sanzioni ed interessi di mora senza alcuna riduzione rispetto agli anni di irregolarità;
   
* questa Amministrazione, così come molte altre, tra cui Siena, Firenze, Roma, Torino, Cuneo, Bologna, Padova, Udine, Genova, Bolano, Chiavari, Sarzana, Lerici e Bogliasco ha scelto questa soluzione per agevolare al massimo i cittadini.

Inoltre, per agevolare ulteriormente i cittadini, l’Amministrazione Comunale ha stipulato un protocollo di intesa con gli Ordini e i Collegi delle categorie professionali tecniche per l’applicazione di tariffa agevolata per le attività connesse al riclassamento degli immobili.

Il personale dell’Ufficio Tributi è a completa disposizione dei cittadini per fornire ogni ulteriore informazione o chiarimento (telefono n. 0184/476.222 – sportello lunedi, mercoledi e venerdi dalle ore 8,30 alle 13,00). Inoltre è possibile reperire maggiori informazioni sul sito internet del comune: www.comune.taggia.im.it

Dalla sede municipale, 25 luglio 2008

IL SINDACO
dr. Vincenzo Genduso



Protocollo d'intesa con le categorie professionali tecniche

Tipo documento Elenco Architetti
Scarica
DOC | 09/09/2008 14.42

Tipo documento Elenco Geometri
Scarica
PDF | 09/09/2008 14.42

Tipo documento Elenco Ingegneri
Scarica
DOC | 09/09/2008 14.43

Tipo documento Protocollo d'intesa con le categorie professionali tecniche
Scarica
PDF | 09/09/2008 14.42


Vademecum

Tipo documento Vademecum
Scarica
PDF | 09/09/2008 14.37


Normativa di Riferimento



Taggia e Arma

WebCam

PUC

PUC

Meteo

Energia

 


Enkel - Due Metri