491981163

Il contributo regionale per il sostegno a casa di persone in condizioni di disabilità gravissima è rivolto a persone con gravissime disabilità che sono a domicilio e residenti nel Distretto Socio Sanitario n. 2 Sanremese.

Per gravissima disabilità si intendono “persone in condizioni di dipendenza vitale che necessitano a domicilio di assistenza continuativa di carattere sociosanitario nelle  24 ore, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psico-fisiche, con la compromissione delle funzioni respiratorie/nutrizionali/dello stato di coscienza/privi di autonomia motoria e/o comunque bisognosi di assistenza vigile da parte di terza persona per garantirne l’integrità psico-fisica; Tra i potenziali beneficiari si includono anche coloro che sono affetti da patologie implicanti gravissimi disturbi del comportamento tali da richiedere assistenza vigile/controllo continuativo h24 per l’elevato rischio di vita”.

Requisiti necessari per la presentazione dell’istanza:

  • Essere in possesso dell’invalidità civile al 100%;
  • Essere titolare di indennità di accompagnamento;
  • Essere in possesso della L. 104/92 art. 3 comma 3 (handicap grave);
  • ISEE socio sanitario in corso di validità.

La domanda per il contributo regionale per le gravissime disabilità va compilata sull’apposito modulo (reperibile nella sezione “modulistica”) e consegnato allo Sportello Accoglienza del Distretto Socio Sanitario di Sanremo sito in Corso Garibaldi, 1 (I piano) dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.00.

Alla domanda è necessario allegate i seguenti documenti:

  • verbale di invalidità civile al 100% con accompagnamento;
  • verbale L. 104/92 art. 3 comma 3 (handicap grave);
  • ISEE sociosanitario;
  • copia documento d’identità in corso di validità e codice fiscale del beneficiario ed eventualmente della persona che sottoscrive la domanda.

L’ammontare del contributo è pari a € 600,00 mensili (innalzabile fino ad un totale massimo di € 1.200,00 mensili ove previsto dal PIA) e può essere erogato sotto forma di trasferimento monetario o di servizio.

Tale contributo regionale è incompatibile con forme di residenzialità, semiresidenzialità ed altri benefici regionali.

 

Riferimenti normativi: Deliberazione Giunta Regionale n. 137/2017

torna all'inizio del contenuto