1699481170

Per “Vita indipendente” si intende la possibilità, per una persona adulta con disabilità grave, di autodeterminarsi, intesa come facoltà di compiere autonomamente le proprie scelte e gestire direttamente la propria esistenza.

L’autodeterminazione è l’elemento caratterizzante dei percorsi di vita indipendente.

Sono destinatari del progetto di Vita indipendente le persone con:

  • disabilità motoria o sensoriale con riconoscimento della condizione di handicap grave ai sensi dell’art. 3 comma 3 della L. 104/92;
  • disabilità intellettiva di grado lieve e medio-lieve con almeno il riconoscimento della condizione di handicap ai sensi dell’art. 3 comma 1 della L. 104/92 (requisito minimo).

Per le quali viene riconosciuta la capacità di autodeterminarsi, con età compresa tra i 18 ed i 65 anni e con ISEE per prestazioni sociosanitarie inferiore o uguale a € 25.000,00.

A seconda del tipo di disabilità e della situazione clinica, personale, familiare e ambientale, per ogni persona si definisce uno specifico progetto che si articola in un Piano Individualizzato di Assistenza (PIA) redatto con la partecipazione attiva della persona disabile eventualmente supportato dalla sua famiglia o dall’amministratore di sostegno.

Interventi finanziabili per la Vita Indipendente sono:

  • assunzione in regola dell’assistente familiare/personale in base al CCNL della collaborazione domestica;
  • acquisto di servizi educativi presso associazioni, fondazioni, cooperative sociali o altri enti iscritti ai relativi registri regionali (ove previsto);
  • acquisto di domotica e ausili (limitatamente a quanto non erogato dal SSN);
  • abbattimento barriere architettoniche interne all’alloggio (limitatamente a quanto non finanziato con altri fondi comunali o regionali);
  • conduzione alloggio (affitto, utenze, amministrazione). Il progetto non può esaurirsi nel mero contributo economico per la conduzione dell’alloggio;
  • trasporto (escluso il trasporto che rientra nel diritto allo studio ed il trasporto riabilitativo verso centri diurni o ambulatoriali);
  • interventi atti a favorire l’inclusione sociale attraverso sport e tempo libero.

In relazione agli obiettivi del progetto stabiliti nel PIA individualizzato il valore massimo dell’intervento finanziato con il fondo per la Vita Indipendente è pari a € 1.200,00 mensili.

Le domande per i Progetti di Vita Indipendente vanno compilate su apposito modulo e consegnate allo sportello Accoglienza del Distretto Sanitario di Sanremo sito in C.so Garibaldi 1 (I piano) dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.00

torna all'inizio del contenuto